Mimì metallurgico, come ridere della società

30.03.2018 15:51

Non poteva che essere un successo il film proiettato e presentato la scorsa settiumana a San Gillio. 'Mimì metallurgico ferito nell'onore', commedia grottesca di Lina Wertmuller, racconta la storia di un operaio, costretto ad emigrare al nord per uno sgarro alla mafia. Lascerà indietro una famiglia e si troverà una nuova fidanzata, affrontando gravi vicissitudini. Fino ad un finale a sorpresa, che sottolineerà l'acume della regista nell'affrontare con ironia alcuni dei problemi sociali degli anni Settanta italiani: l'emigrazione dal sud; le differenze fra nord e sud; e le ipocrisie del vivere, di cui si farà artefice il protagonista.

Il film ha avuto un buon successo di pubblico. Invitiamo tutti a partecipare questa sera al penultimo appuntamento con la rassegna 'Telecamera con svista'. In programma 'Tootsie', una brillante commedia sugli equivoci provocati dallo scambio di identità. Vi aspettiamo, non mancate!    

© 2010 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito internet gratisWebnode