Quando il cinema racconta una società in cambiamento

18.03.2017 12:17

Un giovane neolaureato torna a casa, e viene festeggiato dalla famiglia, che ha grand aspettative nei suoi confronti. Il ragazzo però prova disagio ed angoscia di fronte alle scelte future. A sconvolgere i suoi piani sarà l'affascinante signora Robinson, un'amica di famiglia sposata, che sedurrà il giovane. Ma la vicenda si complicherà con colpi di scena incredibili. E' questa la trama de 'Il laureato', il lungometraggio di Mike Nichols del 1967. Un film che anticipa il Sessantotto, denunciando a suo modo le ipocrisie della società borghese americana.

La pellicola è stata presentata e proiettata ieri a San Gillio, nell'ambito della rassegna 'Oscar e dintorni'. Il film ha colpito molto gli spettatori, per la sua carica controcorrente e dissacrante, un tratto caratteristico del cinema di Nichols.

La rassegna cinematografica continuerà venerdì 24 marzo con la proiezione della pellicola 'Matrimonio all'italiana', un capolavoro con due protagonisti d'eccezione: Marcello Mastroianni e Sofia Loren.  

                  

© 2010 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito internet gratisWebnode